Nuovo appuntamento a Cortina!

Un appuntamento con ospiti di primo piano per parlare delle prospettive di sviluppo delle nostre montagne. Vi aspettiamo domenica 5 marzo al Miramonti Majestic Grand Hotel***** Cortina per la presentazione del libro di Stefano Vietina e Tiziana Fattor "Sciare con i social network". Un'occasione imperdibile per parlare di economia di montagna insieme a Franz Senfter, presidente di 3 Zinnen Dolomites, Alberto Zanatta, presidente di Nordica, Giorgio Pilotti, direttore commerciale Italia di Leitner ropeways, e Enrico Ghezze del direttivo del Dolomiti Superski. Introduce Rosanna Raffaelli Ghedina. E' proprio vero che oggi si scia anche grazie ai social network: con Facebook, YouTube, Twitter, Instagram, perché sono sempre di più gli sciatori che si informano, si incontrano, organizzano le loro vacanze su Internet. 

 

Stefano Vietina con Gustav Thoeni

Stefano Vietina con Franz Senfter

 

Nel corso della presentazione del nostro libro "Sciare con i social network, il 12 agosto aL Miramonti Majestic ***** di Cortina d'Ampezzo, gli autori Stefano Vietina e Tiziana Fattor ripercorrono 40 anni di discese e di Dolomiti Superski, insieme all'ospite d'onore Gustav Thoeni che, al termine della serata, incrocia Mauro Corona che esclama: “Che sorpresa, ecco il mio campione, il migliore di tutti”.

 

 

Una nuova moneta per il Veneto. Dall’unione tra un gruppo di imprenditori riuniti intorno a VeNetWork e Sardex (che mette a disposizione anche una collaudata piattaforma tecnologica), nasce Venetex.net, il Circuito di Credito Commerciale® del Veneto (www.circuitovenetex.net). Lo scopo del circuito è quello di fare rete fra le imprese del territorio, erogare servizi di promozione ad alto valore aggiunto e fornire alle imprese ed ai professionisti del Veneto strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari a quelli tradizionali per sostenere l’economia reale e le produzioni locali. Arco è partner di questa iniziativa e si affianca a Venetex per la gestione della comunicazione.

Leggi il comunicato stampa:

4 gennaio 2016. Stefano Vietina presenta la serata di lancio delle manifestazioni 3Epic/2016 con l'annuncio in anteprima della candidatura di Comelico, Auronzo e Centro Cadore per i campionati del mondo di mountain bike 2020.

 

Il campione del mondo di ciclismo Moreno Argentin con Stefano Vietina

 

  

 

 

 

 

Invitato dal "Centro Giorgio Lago" dell'Università di Padova e dal Prof. Bruno Maria Parigi per il suo corso "Financial Economics", Stefano Vietina ha tenuto due lezioni sui cambiamenti che hanno interessato negli ultimi vent'anni il giornalismo e il sistema bancario.

Gabel, un nome che è sinonimo di bastoncini da sci, trekking e nordic walking, ma che è anche l'acronimo di Galdino Beltramello, il nome del suo fondatore, spentosi lo scorso 31 luglio all'età di 91 anni, nella sua Bassano. Il racconto della sua vita è racchiuso in un libro, pubblicato dall'Editrice Artistica di Bassano, frutto di una intensa collaborazione, qualche tempo fa, fra l'autore e Annalisa De Bernardin di Arco.  

 

 

 

Padova, 7 ottobre 2015 -  Il prof. Gian Antonio Favero assolto dalla Corte d'Appello di Venezia: “Il fatto non sussiste”.

Cade l'accusa di aver “distratto” i pazienti dalla struttura pubblica alle cliniche private. “Una sentenza che ribadisce la piena eticità dei comportamenti del mio assistito – commenta l'avv. Antonio Franchini – che in questi anni ha subito un danno di immagine enorme.” 

Assoluzione totale perché il fatto non sussiste. E' questa la sentenza della Corte d'Appello di Venezia nei confronti del prof. Gian Antonio Favero, “la formula più ampia – commenta l'avv. Antonio Franchini - che il Codice di Procedura Penale possa prevedere. Il Pubblico Ministero di Padova e i Giudici di primo grado sono incorsi in una topica gigantesca, così come l'Università di Padova e l'Azienda Ospedaliera di Padova.”

Henning Mankell e Stefano Vietina

5 ottobre 2015 - È morto oggi uno dei più grandi scrittori svedesi, Henning Mankell, che abbiamo avuto l’onore di conoscere ed apprezzare, oltre che tramite le sue numerose opere,  anche personalmente. L’11 settembre 2006 venne infatti a Padova a presentare un suo libro in occasione dell’iniziativa "Scrittori svedesi a Padova"  organizzata da Stefano Vietina di Arco per  Marsilio e Ikea

L'articolo del Giornale della Libreria del giugno 2006, che presenta l'iniziativa con un'ampia intervista a Cesare De Michelis, Presidente di Marsilio Editore, e Alessandro Testa store manager di Ikea Padova

Tarzo (TV) – Este (PD), 5 settembre 2015 - Banca d'Italia ha dato il via libera alla fusione fra  Banca Prealpi e Banca Atestina, con una comunicazione giunta venerdì alle due Banche di Credito Cooperativo, con sede rispettivamente a Tarzo (Tv) e Este (Pd).
“Un'autorizzazione – commentano i Presidenti Carlo Antiga e Fabrizio Gastaldo – che testimonia la validità del nostro progetto; un'operazione che parte da lontano e che si propone, nell'attuale panorama bancario, come un modello finalizzato alla sicurezza ed alla crescita, in linea con i principi mutualistici che hanno sempre ispirato il mondo delle BCC, all'interno del più ampio quadro dell'auto-riforma delle Banche di Credito Cooperativo. Un'operazione che, siamo sicuri, i nostri soci sapranno apprezzare in tutta la sua valenza.

Tarzo (TV) – Este (PD), 18 ottobre 2015

Le Assemblee dei Soci

sanciscono la fusione

fra Banca Prealpi e Banca Atestina

Nasce una banca da 41 sportelli, 353 dipendenti, 9.660 soci ed un totale dell'attivo di oltre 2,7 miliardi di euro. “Un progetto che anticipa il futuro – sottolineano i due presidenti Carlo Antiga e Fabrizio Gastaldo – un polo aggregante per le Banche di Credito Cooperativo del Veneto”

 

 

Tarzo (TV) – Este (PD), 18 ottobre 2015 – Le Assemblee dei Soci di Banca Prealpi e Banca Atestina hanno dato il via libera alla fusione fra le due Banche, con sede rispettivamente a Tarzo (Tv) e Este (Pd), votando a grande maggioranza a favore del progetto già approvato dalla Banca d'Italia all'inizio di settembre.

 

“I Soci – sottolineano i due Presidenti Carlo Antiga e Fabrizio Gastaldo - hanno ben compreso la validità di un progetto di fusione che guarda al futuro e mette la nuova banca nelle condizioni di operare al meglio al servizio dei territori in cui è presente. La nostra è un'operazione che parte da lontano e che si propone, nell'attuale panorama bancario, come un modello finalizzato alla sicurezza ed alla crescita, in linea con i principi mutualistici che hanno sempre ispirato il mondo delle BCC, all'interno del più ampio quadro dell'auto-riforma delle Banche di Credito Cooperativo. E' stata ben compresa e premiata anche la scelta di unire due banche di territori differenti e non contigui, evitando in questo modo pericolose sovrapposizioni di sportelli e garantendo al contempo l'occupazione.”